Mostre permanenti

  • Emiciclo - Venere al bagno

  • Ninfeo - fronte sud

  • Fontana di Galatea

  • Mosaici - Camillo Procaccini

COLLEZIONI PERMANENTI

"GIOVANI ARTISTI PER ABITI ANTICHI"
Esposizione permanente nel Ninfeo di alcuni abiti nobiliari realizzati dall'Istituto di Moda e del Costume "W. Kandinsky" di Milano nell'ambito del progetto "Giovani artisti per abiti antichi", selezionato dalla Fondazione Comunitaria Nord Milano per il Bando "Cultura e coesione sociale 2012".
Oltre agli abiti sono esposti gli studi preparatori e i bozzetti realizzati dagli studenti che documentano l'intero progetto dalla fase ideativa fino alla realizzazione.
Per la stagione 2016 sono stati realizzati altri due abiti storici relativi al periodo Barocco (1650 circa).
Visitabile negli orari delle visite al Ninfeo.

MUSEO DELLA STAMPA
La mostra permanente "Da Gutenberg al digitale", inaugurata a dicembre 2012, raccoglie materiale e oggettistica relativi alla storia della stampa su carta.
All'interno si possono ammirare, conservate e perfettamente restaurate, alcune macchine e attrezzature tipografiche che ancora oggi stupiscono il visitatore: dal torchio di fabbricazione inglese (1840), che stampò locandine e programmi del Teatro alla Scala di Milano, cassettiere tipografiche in legno, caratteri di stampa di piombo, caratteri in legno e clichés in rame e zinco.
Visitabile negli orari delle visite ai Palazzi.

LINDENIA: iconographie des orchidees
a cura di L. Linden (Ghent 1855/Bruxelles 1903)
Edizione in 17 volumi. Folio 350x260mm.
Con 798 piastre cromolitografiche e 1 piastra piana. Rilegata in metà panno con lettere dorate sul dorso. Stampata in Belgio a dispense tra il 1891 e il 1990 - Donata al Comune di Lainate nel 1987.
Raffinata collezione di una delle più rare iconografie pubblicata sulle Orchidee, illustrata con 420 immagini di diverse specie riprodotte a stampa cromolitografica, corredate da schede e ampio testo in lingua francese. I volumi sono conservati in vetrine nella sala museo di Villa Litta. Sono stati donati al Comune dalla Signora Isora Toselli, ultima titolare della floricultura Podere Toselli, molto nota negli anni ‘50/’60 per la coltivazione delle orchidee.
La famiglia Toselli definiva questo delicato fiore un "meraviglioso simbolo della più bella poesia della Natura". L’opera venne acquistata in Belgio durante la permanenza della famiglia a Bruxelles. Al rientro in patria nel 1930 i Toselli acquistarono Villa Litta ed iniziarono la coltivazione delle orchidee nelle serre del parco.
Visitabile negli orari delle visite ai Palazzi

PINACOTECA
La pinacoteca raccoglie una selezione di circa 40 opere che, negli anni, gli artisti hanno donato al Comune di Lainate a seguito di mostre personali o collettive nelle sale della Villa.
Il progetto della pinacoteca, realizzato in collaborazione con il Maestro Angelo Testa, presidente del G.A.B. - Gruppo artistico barbaianese, ha lo scopo di rendere fruibile al numeroso pubblico di visitatori della Villa un patrimonio artistico donato alla Città, ideale continuità di quel collezionismo cinquecentesco tanto apprezzato dal Conte Pirro I Visconti Borromeo.
La Pinacoteca è temporaneamente NON visitabile